RIMINI DA NON PERDERE

  • RIMINI DA NON PERDERE

Il Centro Storico

RIMINI DA NON PERDERE
Un viaggio nella storia che parte fin dall'età Romana.
Si percorre il Decumano, dall'Arco d'Augusto verso il Ponte di Tiberio, ed è tutta una scoperta. Si devia verso la Domus del Chirurgo e si rimane incantati dalla bellezza del passato. Si cammina ancora e si arriva al Medioevo con testimonianze importanti come il Palazzo dell'Arengo o la chiesa di Sant'Agostino.
Poi, in pochi passi, si arriva al Rinascimento con il Tempio Malatestiano e le opere di Piero della Francesca.

Il Borgo San Giuliano

RIMINI DA NON PERDERE
Questo piccolo borgo separato dal centro storico dal Ponte di Tiberio fu l'antico borgo dei pescatori.  Oggi dopo tante ristrutturazioni, è il luogo più "IN"della città con bellissime abitazioni e luoghi curiosi da visitare come i numerosi murales "delle scene" che ricordano i film di F.Fellini o i pittoreschi personaggi della vita Riminese.

Marina Centro

RIMINI DA NON PERDERE
E' il cuore e l'anima della Rimini cresciuta sul mare.
Due i punti in cui i riminesi si identificano: il porto con la "palata", per una passeggiata sia con la nebbia invernale che con la brezza estiva, ed il Grand Hotel conosciuto grazie ad "Amarcord" di Federico Fellini.

La Cucina Riminese

RIMINI DA NON PERDERE
Per tutti la cucina riminese si identifica con la sua piadina "sottile" accompagnata dalle prelibatezze locali come lo squacquerone, i sardoncini con radicchio e cipollotto. Non dimentichiamo il tipico "Brodetto Riminese" o il "Passatello Romagnolo", un tempo proposto solo in brodo ora con meravigliose varianti.

...la Rimini da non perdere ti sorprenderà!